Parlo Italiano...

...E LO SCRIVO, LO LEGGO, LO SMONTO....E LO RIMONTO!

domenica 2 giugno 2013

PARLA E CAMMINA ITALIANO: piccola cronaca di una settimana memorabile- SPEAK & WALK ITALIAN: a short account of a memorable week

In occasione della  nostra prima settimana del corso Parla e Cammina Italiano, ci fa piacere offrire un breve resoconto delle attività svolte, sia perché si è trattato della prima esperienza, sia perché non poteva andare meglio di così.
On the occasion of our first week of the course Speak and Walk Italian, we are pleased to give a brief account of our activities,  both as it was the first time and as it went as well as it could.

Infatti il tempo non prometteva niente di buono, c'erano temporali, venti, temperature molto più basse della media stagionale:  ma il nostro piccolo gruppo formato da Diane, di Melbourne (Australia),  Glee, di Washington DC (Usa) e Maria Luzia di São Paulo (Brasile), come protetto da un incantesimo è riuscito a trovare bel tempo in ogni giornata passata a parlare italiano, a  camminare e a non prendere neanche una goccia di pioggia.

In fact the weather wasn't at all promising as storms, winds and low temperatures were expected during the whole week:  but our small group with Diane from Melbourne, Australia, Glee from Washington DC, Usa and Maria Luzia from São Paulo, Brazil,  as if under the protection of a spell, could find good weather on any day spent talking Italian, walking and never get a raindrop!

Martedì pomeriggio siamo andati con il treno a Castelnuovo Garfagnana e dalla stazione abbiamo cominciato la nostra lezione all'aperto fino alla Fortezza di Montalfonso, una magnifica costruzione del '500  posta in  alto sopra Castelnuovo e voluta dalla Casa d'Este come estremo presidio a difesa del confine con la Repubblica di Lucca. Le nostre studentesse hanno imparato i nomi italiani di alcune piante e fiori, e hanno parlato italiano in modo più scorrevole del solito...



Sul sentiero della fortezza - On the trail to the fortress
    

La fortezza -  the fortress



    
On Tuesday afternoon we took the train to Castelnuovo Garfagnana and from the station we walked up to the Fortress of Montalfonso, a magnificent construction of 1500 on a mountain above Castelnuovo, wanted by the House of Este as extreme stronghold in defense of the border with the Republic of Lucca. Our students learned lots of new words about trees and flowers, and talked more fluently than usual...



Presso il pozzo della fortezza - By the well in the fortress
    
    

Mercoledì  pomeriggio  abbiamo preso il treno da Lucca per Pisa e siamo scesi a San Giuliano Terme,  una piccola città alle porte di Pisa.  Dopo aver attraversato il paese, abbiamo percorso la vecchia strada di collegamento tra Pisa e Lucca attraverso  il passo di Dante. Questo passo è così chiamato, perché Dante Alighieri, nel canto 23 della Divina Commedia, ricorda il monte che divide Pisa da Lucca come "il monte / per che i Pisan veder Lucca non ponno".  E vi si trovano un busto del poeta e una targa di marmo, posti nel 1865 e adesso consunti dal tempo e dagli agenti atmosferici, ma ancora ben visibili e con un certo fascino. Le studentesse hanno fatto molte domande su Dante, il padre della nostra lingua, e hanno imparato il vocabolario per descrivere il panorama dall'alto della collina. 



Sul sentiero verso il Passo di Dante - On the trail up to Dante's Pass



    

Il busto di Dante - Dante's bust
     


On Wednesday afternoon we took the train from Lucca to Pisa and got off at San Giuliano Terme, a small town near Pisa. After crossing the town , we took the old road connecting Pisa and Lucca through Dante's Pass.  This pass is so called as Dante Alighieri, in the 23rd canto of the Divine Comedy, recalls the mountain dividing Pisa from Lucca as "the mountain by which the people from Pisa cannot see Lucca".   Here we can find a bust of the poet and a marble inscription from 1865, now worn by time and weather, but still evocative. Our students asked a lot of questions about Dante, the father of Italian language, and learned the words to describe the sight they were enjoying from the top of the hill. 



La targa di marmo - the marble inscription


    
Giovedì mattina abbiamo preso il treno per La Spezia e le Cinque Terre e siamo arrivati a Vernazza alle 10.25.   Alla partenza da Lucca pioveva a dirotto, ma avevamo visto delle previsioni incoraggianti che davano bel tempo dove stavamo andando.  Ed è andata proprio così, perché  la giornata è risultata essere la più bella di tutta la settimana, anche per il magnifico paesaggio che si offre alla vista camminando per i sentieri delle Cinque Terre.  Dopo circa due ore di cammino siamo arrivati a Monterosso e abbiamo pranzato a un  buon ristorante nella piazza dell'antico borgo.  Dopo abbiamo visitato l'altra parte del paese e infine abbiamo preso il treno per Riomaggiore, dove ci siamo fermati per un paio d'ore, e in serata siamo ritornati a Lucca. 



Vernazza
     

Sul sentiero per Monterosso - On the trail to Monterosso




     
On Thursday morning we  took the train to La Spezia and Cinque Terre and got to Vernazza at 10.25 pm.  On departure from Lucca it was raining hard, but I had seen an encouraging  forecast showing fine weather  in the place we were going to.  And it was right, as it turned out to be the best day of all the week, also for the amazing views we could enjoy walking on the trails of Cinque Terre.  After about two hours we got to Monterosso and had lunch at a good restaurant in the center of the ancient village.   Then we visited the other part of the town and finally took the train back to Riomaggiore, where we stayed for a couple of hours,  then back home in the evening.



La costa delle 5 terre - the coastline of Cinque Terre

                     
 Riomaggiore
                     



Venerdì pomeriggio abbiamo percorso il sentiero che corre lungo l'antico acquedotto di Lucca, costruito nell'800 sul progetto di Lorenzo Nottolini. Si tratta di un' imponente opera che inizia sul versante lucchese dei Monti Pisani   e che comprende il luogo detto "Parole d'Oro", dove su un ponte è incisa una frase in lingua latina a ricordo della costruzione dell'acquedotto : le lettere, bordate in ottone, un tempo luccicavano e la gente pensava fossero d'oro, per cui dette loro quel nome. Dopo le Parole d'Oro abbiamo continuato fino in cima alla collina e siamo arrivati a Vorno, un bel paese rurale tra ville, giardini e olivi.  Lì abbiamo fatto merenda all'Ostello del Rio, un simpatico posto dove si può mangiare e anche dormire (da lì passa infatti la Via Francigena, che un tempo percorrevano i pellegrini diretti a Roma)



Alle Parole d'Oro
      


Recinzioni di pietra sulle colline -  Stone enclosures on the hills
     


On Friday afternoon we walked on the trail along the ancient acqueduct of Lucca, built in 1800 on a project of Lorenzo Nottolini. It is an imposing construction initiating on the lucchese side of the Pisani Mountains, which includes the place called "at the Golden Words", where on a bridge a sentence in Latin is carved in memory of the building: the words, outlined in brass,  once glittered, so people thought they were made of gold, therefore called them so.
After Parole d'Oro we continued walking up to the top of the hill and reached Vorno, a fine village with villas, gardens and olive groves.  There we had a good "merenda" at the Ostello del Rio, a nice place where people can have a meal and also overnight  (Vorno is in fact on Via Francigena, the way pilgrims  going to Rome once traveled)



 Una collina con olivi a Vorno  -  a hills with olive groves in Vorno
    


E così la settimana è passata lasciando in noi il ricordo di una bellissima esperienza che ci ha fatto piacere  raccontarvi, e nelle nostre studentesse il desiderio di praticare l'italiano sempre di più, anche in modi meno tradizionali del solito. 

And so the week has passed, leaving to us the memory of a great experience, which we have been pleased to recount.


2 commenti:

  1. Dai!!! Una bellissima idea! Camminare e parlare italiano mi pare una soluzione rilassante e divertente! Baci, Cristina

    RispondiElimina
  2. Sono contenta che ti piaccia - è una idea nuova, piace tanto anche a me. Incrociamo le dita!
    Ciao!

    RispondiElimina