Parlo Italiano...

...E LO SCRIVO, LO LEGGO, LO SMONTO....E LO RIMONTO!

martedì 18 gennaio 2011

L'architettura secondo Lorenzo Nottolini



Lorenzo Nottolini è stato un grande ingegnere e architetto lucchese. Nato a Capannori nel 1787, compì i suoi studi nel seminario diocesano: era questo per molti giovani di talento ma di modeste condizioni il modo di acquisire un' istruzione superiore. Si distinse negli studi tecnici e già a 20 anni iniziò a lavorare come assistente al cantiere della Villa Reale di Marlia. In seguito si perfezionò da una parte nello studio dei monumenti frequentando le Accademie di Firenze e di Roma, e dall'altra nello studio dei problemi idrogeologici del territorio.
Il Convento dell'Angelo
Per circa 30 anni fu il principale architetto della città di Lucca e ci ha lasciato numerose opere che ancora oggi possiamo ammirare. Nella sua concezione architettonica si ispirò sempre a un profondo rispetto del territorio e le costruzioni e i restauri da lui progettati si inserirono armonicamente nell'ambiente circostante. In questo possiamo dire che seppe unire il gusto neoclassico all'amore per la natura, tipicamente romantico.Vogliamo ricordare alcuni suoi importanti lavori: il rifacimento di Piazza dell'Anfiteatro, svuotato dalle rovine e destinato a piazza del mercato; la costruzione dell'imponente acquedotto monumentale per portare l'acqua dai Monti Pisani alla città di Lucca, la Specola di Marlia, progettata per essere un osservatorio astronomico, il Convento dell'Angelo dei padri Passionisti, il Ponte delle Catene a Bagni di Lucca.


L'acquedotto monumentale
Lorenzo Nottolini was a great lucchese architect and engineer. He was born in Capannori in 1787 and attended the high school at the local diocesan seminary: that was the way many talented youths from modest families could access higher education. He distinguished himself in technical studies and as young as 20 started to work as assistant on the building site of Villa Reale in Marlia. Afterwards he specialized both in the study of monuments by attending the schools of fine arts in Florence and in Rome and  in the study of hydrogeologic problems of the land. He was the main architect of the city of Lucca for a period of 20 years and left to us a number of works which still today show their beauty. His concept of architecture was always inspired by a deep respect for the territory and the buildings and restoration works he projected integrated harmoniously in the environment. As a result, we may well admit that he was able to combine the neoclassical style with the love of nature as was typical of the romantic mood.
La Specola

We want to remember here some of his outstanding works: the restoration of Piazza Anfiteatro, emptied of the ruins and redesigned as a market; the building of the impressive monumental acqueduct to bring water from the Monti Pisani to the city of Lucca, the Specola in Marlia,designed to become an astronomical observatory, the Convento dell'Angelo, a monastery of Passionist monks and the chain bridge in Bagni di Lucca.





Nessun commento:

Posta un commento